capoeira
La Capoeira
La Capoeira è una lotta marziale brasiliana di origine africana che fonde elementi di rito, danza, lotta e gioco, arricchita dalla presenza del suono di particolari strumenti tra cui il Berimbau, strumento simbolo della capoeira che scandisce ogni fase del gioco. E’ riduttivo considerare la Capoeira solo come disciplina sportiva per gli elementi molteplici che la caratterizzano: abilità corporea, canto e musica sono uniti in un gioco che ha luogo all’interno della roda, un cerchio composto da persone, alcune delle quali compongono quella che è chiamata bateria, una piccola orchestra di strumenti a percussione. Tutti i partecipanti a una roda rispondono al coro dei canti tradizionali intonati da un solista e all’interno della roda si alternano coppie di giocatori che, creando un dialogo di corpi, riproducono movimenti di attacco e di difesa. La particolarità della Capoeira è che nella maggior parte dei casi non c’è contatto fisico tra i due lottatori-danzatori. I movimenti sono sincronizzati ed acrobatici e richiedono per questo grande agilità, forza fisica e coordinazione. Il gioco della Capoeira non diventa mai culto di violenza; il capoeirista al contrario deve prendere coscienza di sé e del proprio corpo, rispettando l’altro giocatore, pur trattandosi ovviamente di combattimento. Occorre molta concentrazione, attenzione, coordinazione dei movimenti propri e in sintonia sia col ritmo dato dagli strumenti, sia con i movimenti del proprio avversario.
 
La Capoeira Oggi 
Negli ultimi decenni la capoeira in Brasile ha conosciuto un vero e proprio boom: le academías si sono moltiplicate, i praticanti sono sempre più numerosi, la capoeira viene insegnata anche nelle scuole e, soprattutto, comincia gradualmente a venire meno la tradizionale diffidenza nei confronti della capoeira da parte delle autorità ufficiali del Brasile, che ormai tendono a riconoscerla e ad accettarla come parte integrante della cultura brasiliana. La capoeira si diffonde anche fuori dal Brasile, all’inizio soprattutto negli Stati Uniti e nell’Europa del Nord (Germania, Paesi Bassi ecc.), poi anche in altri paesi occidentali, tra cui l’Italia.
Gruppo Capoeira Nago 
Il termine Nago si riferisce al nome dato a gruppi di schiavi fuggiaschi che erano stati portati in Brasile dall’Africa durante la tratta degli schiavi. Il gruppo “Capoeira Nago” è stato fondato nel Novembre 2001 da Alexandre Ronan (Mestre pequines), il quale dopo anni di pratica ed insegnamento di tale attività ha deciso di creare un proprio gruppo autonomo con il fine di promuovere e diffondere i principi e la tradizione della Capoeira combinando uno stile contemporaneo caratterizzato da nuove tecniche di combattimento e movimenti fisici. Oggi, Gruppo Capoeira Nago è rappresentato in tutto il mondo: Brasile, Colombia, Spagna, Londra, Malta, Germania, Stati Uniti, Italia etc. Infatti, è diventato il gruppo di Capoeira in più rapida crescita negli ultimi anni grazie all’eccellenza e la competenza dei docenti che lavorano sotto il coordinamento di Mestre Pequines a Goiania, Brasile. Il coordinatore e responsabile del gruppo Capoeira Nago a di Roma è il Mestre Fabricio Salerno. Trasferitosi in Italia nel 2003 ha insegnato in diverse palestre, club e scuole di Roma fino all’anno 2018. Oggi è uno dei capoeristi di spicco e di maggior prestigio in Italia e nel mondo per le sue doti atletiche ed acrobatiche. A continuare il suo lavoro in Italia sono Professor Bamba e alunna avanzata Andorinha.
Struttura
Coordinatore: Mestre Fabricio
Supervisione e Insegnante: Professor Bamba
Insegnante: Alunna avanzata Andorinha
Related Projects
Contattaci

Siamo pronti e sempre Yeah! per risponderti, mandaci un messaggio

Not readable? Change text. captcha txt